business-people

Nuove modifiche relative alla legge sul lavoro

Il 1° aprile 2019 è entrata in vigore una revisione dell’Ordinanza Legge sul Lavoro 2.

Le modifiche riguardano gli articoli 32a e 23 OLL 2.

Il nuovo articolo 32a OLL 2 esonera il datore di lavoro dalla richiesta di permesso per il lavoro notturno e domenicale del personale impiegato nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Questo intervento mira a snellire la procedura che prevedeva la richiesta di un permesso alla Segreteria di Stato dell’economia (SECO) o agli ispettorati cantonali del lavoro.

Le nuove disposizioni prevedono che si possa accettare che il lavoro si svolga nelle ore notturne e le domeniche quando gli interventi per eliminare eventuali congestioni dei sistemi oppure per manutenzioni (di regola da pianificarsi durante il normale orario di lavoro) non possono svolgersi durante il normale orario di lavoro a causa dell’orario di lavoro prolungato delle compagnie o per altri validi motivi.

I Cantoni all’unanimità sono convinti che questa disposizione permetterà di alleggerire il carico amministrativo non solo delle imprese ma anche delle autorità, anche se il Canton dei Grigioni ha avanzato un’osservazione di rilievo insistendo sulla necessità di chiarire le condizioni che permetterebbero di non richiedere il permesso.

L’altra modifica entrata in vigore il 1° aprile 2019 ha riguardato l’articolo 23 OLL 2.

La settimana lavorativa degli operanti nel settore dell’assistenza alla clientela nel settore alberghiero, della ristorazione e dei caffè è adesso estesa a sette giorni e si è introdotta la possibilità di organizzare diversamente la semi-giornata libera settimanale facendola iniziare alle 14.30 e non alle 14.00 per rispondere meglio alle esigenze del settore.

 PM Group è a vostra disposizione per valutare i singoli casi e per fornirvi consulenza sul tema in oggetto.

Fiduciaria Fontana

Carlo Castellano castellano@fiduciariafontana.ch
Angela Sorrenti sorrenti@fiduciariafontana.ch

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *